Attualità

Panico ma nessun ferito a Nicotera, sul litorale vibonese, per il crollo di alcuni muri di contenimento nel centro cittadino a causa del nubifragio che si è abbattuto sulla zona. Alcune famiglie, per il peggioramento delle condizioni atmosferiche in nottata, hanno lasciato le loro abitazioni e sono scese in strada per timore che potessero verificarsi danni agli edifici di via Madonna della Scala. Disagi si sono verificati per l'assenza di energia elettrica. E' saltata la rete telefonica fissa.

CORIGLIANO CALABRO. Un uomo non ancora identificato, presumibilmente un migrante di origine africana, è stato travolto nella tarda serata di ieri sulla statale 106 ionica in località Torricella a Corigliano Calabro.
L'uomo, che era in sella ad una bici, è stato trovato in condizioni gravissime a bordo della strada da alcuni passanti, i quali hanno chiamato i soccorsi.

REGGIO CALABRIA.Trasportavano rifiuti sanitari degli ospedali Riuniti di Reggio Calabria in Sicilia a bordo di navi traghetto. Per questo 19 persone hanno ricevuto un avviso conclusione indagini in cui si ipotizza, tra l'altro, il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti.

VIBO VALENTIA. Una maxi piantagione di marijuana "skunk" con 89.624 piante di varie altezza, gran parte delle quali già pronte per l'essiccazione, è stata scoperta dai finanzieri della Compagnia di Vibo Valentia. Sette persone sorprese nel corso del blitz mentre coltivano la piante, sono state arrestate.

CROTONE. Prosegue l'operazione "Albachiara" avviata dall'Ispettorato del lavoro di Crotone per il contrasto del lavoro nero, sommerso e irregolare e per la garanzia della sicurezza sul lavoro, in particolare nei settori del turismo e dei pubblici esercizi e nei cantieri edili.

LAMEZIA. I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro, coordinati dal Procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, e dal sostituto Marta Agostini, hanno eseguito un provvedimento di sequestro di beni per oltre tre milioni e mezzo di euro emesso dal Gip nei confronti dei quattro componenti di un nucleo familiare accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta aggravata.

COSENZA. I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro e personale del locale Commissariato hanno eseguito un provvedimento di fermo nei confronti di un ventottenne, F. E., accusato di atti persecutori e lesioni personali aggravate.