Cultura e Spettacolo

La testimonianza di chi ha scelto di dire no al racket e di continuare a lavorare e investire nella propria terra. La voce di giornalisti che hanno seguito da vicino gli anni delle stragi di mafia e con la loro penna hanno cercato di tirare fuori i particolari delle indagini. Il racconto di italiani “fuori posto”, uccisi dalle mafie e prima ancora isolati dallo Stato. E poi la voce di chi studia i fenomeni criminali nei diversi contesti sociali e nella loro evoluzione nel tempo.

Lunedì 23 aprile alle ore 11.30 nella sala consiliare del Comune di Lamezia Terme verrà stipulato il Patto locale per la lettura. La città di Lamezia Terme ha ottenuto nel 2017 il riconoscimento del CEPELL (Centro per il Libro e la Lettura - istituto culturale del MIBACT), quale “Città che legge” a seguito di una procedura di selezione tra i Comuni italiani.

LAMEZIA. E’ iniziata con una citazione di Gorgia da Lentini la prima seduta laboratoriale di cittadinanza linguistica, con particolare approfondimento del dialetto lametino, tenuto nella sede del Centro culturale Samarcanda dal docente Francesco Polopoli, intellettuale lametino impegnato in importanti simposi internazionali sulla figura di Gioacchino da Fiore e in convegni di risonanza europea di Italianistica.

CROTONE. Una antichissima sepoltura a cista con urna cineraria, rarissima testimonianza di insediamento dell'età del bronzo medio, è stata scoperta sul letto, attualmente in secca, del fiume Neto a Crotone.

COSENZA. "All'uscita lasciate i vostri recapiti, qualora avessi bisogno di un coro vi contatto. Siete stati meravigliosi". Saluta così Massimo Ranieri, il pubblico del teatro Rendano di Cosenza, che ieri ha dimostrato grande calore al cantante napoletano, intonando tutte le sue canzoni.

Joca Il "Che" dimenticato. Si chiama così il nuovo libro di Alfredo Sprovieri, giornalista e direttore del sito la Mmasciata.it, che domani, giovedì 19 aprile alle 18, sarà presentato all' interno della biblioteca galleggiante dello spettacolo del Tip Teatro di Via Aspromonte. All' incontro prenderanno parte l'autore Alfredo Sprovieri e Alessia Truzzolillo del Corriere della Calabria.

LAMEZIA. Studenti protagonisti dell’ultimo appuntamento della fortunata rassegna regionale “Vacantiandu”, diretta da Nicola Morelli, Diego Ruiz e Walter Vasta, che ha visto sul palco del Teatro Grandinetti gli alunni dell’Istituto comprensivo di Sant’Eufemia (guidato dalla dirigente Fiorella Careri) e del liceo “Campanella” (diretto da Giovanni Martello) che hanno preso parte ai Vacantilab, i laboratori teatrali realizzati grazie ai “Vacantusi” e alla famiglia Federico, in ricordo del piccolo Antonio, venuto a mancare quattro anni fa per un'improvvisa malattia.DSC 1036 ridimensionare

Pagina 1 di 186