Domenica, 03 Giugno 2018

Madonna di Polsi. L'area del santuario sarà presidiata dall'Arma dei carabinieri

REGGIO CALABRIA. L'area del Santuario della Madonna della Montagna di Polsi, nel comune di San Luca, luogo simbolo della pietà popolare mariana e indicato in diverse inchieste della magistratura come luogo d'incontro, in concomitanza con la festa dell'1 e 2 settembre, delle cosche di 'ndrangheta, ospiterà per quasi tutto il periodo estivo un presidio dell'Arma dei carabinieri.

 Dal 3 giugno, data d'inizio dei festeggiamenti mariani al 14 settembre, infatti, sarà operativo un posto ricezione denunce all'interno del comprensorio meta di migliaia e migliaia di pellegrini, distante circa 40 chilometri dalla prima stazione dei Cc a San Luca. L'iniziativa, realizzata con la collaborazione della Prefettura di Reggio Calabria, della Diocesi di Locri-Gerace e dell'Ente Parco nazionale dell'Aspromonte - è detto in una nota dell'Arma - si propone come ulteriore fondamentale tassello dal notevole valore simbolico nel contesto della restituzione del luogo sacro ai valori della legalità e della fede cristiana".